Nuove epidemie virali e allattamento materno

La Fondazione Iolanda Minoli ha avviato insieme al Prof. David Lembo (Direttore del Laboratorio di Virologia Molecolare e Ricerca Antivirale Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche Università degli Studi di Torino), al Prof. Enrico Bertino (Direttore della Neonatologia Universitaria della Città della Salute e della Scienza Università degli Studi di Torino e Presidente della European Milk Banks Association) e al Prof. Guido Moro (Presidente dell’Associazione Italiana delle Banche del Latte Umano Donato) un’attività di ricerca sulle proprietà protettive del latte materno.
L’obiettivo del progetto di ricerca è quello di analizzare l’attività antivirale del latte materno e dei suoi componenti, in particolare delle vescicole extracellulari e dei glicosaminoglicani, nei confronti di 3 virus emergenti: West Nile (WNV), Zika (ZIKV) e Usutu virus (USUV).
Infatti i cambiamenti climatici e la maggiore mobilità della popolazione, hanno determinato l’insorgenza, anche sul territorio Europeo, di questi virus trasmessi da zanzare invasive. Inoltre, essi sono stati occasionalmente rilevati nel latte materno, indicando la necessità di nuovi studi volti a chiarire la loro eventuale trasmissione attraverso questa via e le possibili attività protettive del latte materno.